Doepfer annuncia…

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear

Come tradizione, Dieter Doepfer alterna la sua presenza un anno alla NAMM e uno al MusikMesse; questa volta, la presentazione losangelina (per la precisione, in quel nulla composto da alberghi e grandi strade che corrisponde a Anaheim…), vedrà la partecipazione di interessanti nuovi moduli prodotti dal padre dell’Euro Rack.

Di Enrico Cosimi

Schermata 01-2457041 alle 12.51.16

Per prima cosa, la A-157-X Trigger Series Subsystem, riedizione Euro Rack delle funzioni originalmente disponibili nel seminale Schaltwerk Sequencer. Il modulo principale A-157-1 è un trigger sequenze 16×8 che permette l’accensione/programmazione di otto linee indipendenti di 16 trigger cadauna; l’incastro ritmico può essere gestito attraverso controlli di shift row, swap, invert, first/last step define, direction, pattern mode 16, 32, 64, eccetera.
Con i moduli A-157-2 e A-157-3, si possono prelevare le uscite di trigger delle diverse file orizzontali e controllare, dall’esterno, i comportamenti del sequencer, alterandone il funzionamento durante il playback.

Schermata 01-2457041 alle 13.12.09

Il modulo A-110-2 Basic VCO è un oscillator low cost che genera triangolare, rampa e rettangolare a simmetria variabile. E’ possibile gestire a distanza la frequenza, la simmetria, la fm lineare, hard/soft sync. L’intonazione può essere spostata velocemente in un range di tre ottave.

In aggiunta, sono stati annunciati i moduli:

  • A-101-6 Opto FET VCF/Phaser, che sfrutta la tecnologia Opto FET (simile alla Vactrol, ma con risposta estremamente più veloce) per fornire sei stadi 6 dB/Oct in serie, configurabili low, high o allpass; il feedback può raggiungere l’auto oscillazione.
  • A-110-4 QZVCO Quadrature Thru Zero Oscillator, adatto alla generazione di seno e coseno simultaneamente disponibili, con possibilità dell’inversione di polarità thru zero.
  • A-147-2 VCDLFO Oscillatore a bassa frequenza controllabile in tensione e dotato di uno stadio di delay iniziale; produce sinusoide, triangolare, rampa e rettangolare, su un periodo variabile tra tre minuti e 200 Hz.
  • A-160-2 Clock/Trigger Divider II, versione potenziata di un precedente modulo: offre divisione per potenza di due, numeri primi, numeri interi. In questo modo, è possibile ottenere incastri ritmici precedentemente inavvicinabili, a meno di non ricorrere a complesse strutture programmabili.
  • A-160-5 VC Clock Multiplier/Ratcheting Controller; particolarmente interessante, permette la moltiplicazione del clock in ingresso per un fattore legato al CV ricevuto e alla posizione del selettore di Mode. In questo modo, si può velocemente alternare un multiplo di frequenza alla velocità originale di avanzamento del sequencer controllato dal modulo.
  • A-139-2 Headphone Amplifier, due canali audio indipendenti per volume e livellamento, con possibilità di pilotare un’uscita TRS con 2 W di potenza.
  • A-138u, mixer unity gain low cost.
  • A-190-5 Polyphonic MIDI/USB to CV/Gate Interface, interfaccia a cinque voci per la gestione CV/Gate ottenuta attraverso conversione di dati MIDI o USB. Ciascuna voce può essere usata per monofonia, polifonia o unisono. Ogni voce offre uscite analogiche di Gate, CV Pitch, CV2 e CV 3 indirizzabili.

Tags: ,

Trackback from your site.

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *