DLDTechnology AS-16 Analog Sequencer

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Una Rack Extension per Reason che riproduce, con diverse libertà poetiche, il funzionamento degli antichi step sequencer analogici. Le libertà poetiche cui accennavamo in precedenza, sono relative a migliorie di funzionamento e dotazioni che – semplicemente – sono impossibili da realizzare in analogico mantenendo prezzo e complessità entro limiti umanamente accettabili. Ben venga quindi la reinterpretazione virtuale realizzata da DLD con AS-16.

Di Enrico Cosimi

Schermata 09-2456562 alle 09.26.13

In breve, questa RE offre: sedici passi di sequenza liberamente programmabili (loro li chiamano channels, ma sono gli step cui siamo abituati a lavorare…) con valore di step principale, regolazione indipendente per Gate Width (cioè il rapporto legato/staccato), comportamenti ausiliari di skip, pad e jump.

 La programmazione può sfruttare escursione unipolare o bipolare, con formattazione in semitoni disinseribile; a questo proposito, sono disponibili la maggior parte delle scale musicali diffuse nella composizione occidentale, con possibilità di specifica della root note attraverso User Interface o MIDI data.

La programmazione memorizzabile (ma ancora non trasferibile nella traccia del sequencer principale… è un limite dell’architettura RE che speriamo presto venga superato) è sottoposta a un offset di +/-1 ottava, con range definibile su 1, 2 o 3 ottave, modalità di avanzamento normale, one shot (terminato il primo giro, la macchina si ferma) o selezione random degli step programmati.

La direzione d’esecuzione può essere up, down e up and down.

AS-16 può essere sincronizzato con il suo clock interno, prendere il clock della song o lavorare in free mode; in quest’ultimo caso, l’avanzamento di step può avvenire a intervalli compresi tra 10 e 1000 msec. Lo swing è regolabile a discrezione dell’utente.

I comportamenti di skip, pad e jump permettono di: saltare lo step, definire un punto “di atterraggio” per gli step sottoposti a jump, offrire un’uscita CV ausiliaria, procedere a salti per step non contigui.

I modi coperti sono: cromatico, maggiore, minore, armonico minore, dorio, misolidio, blues; la root note corrisponde alla tacca di mezza corsa del potenziometro, ma può ovviamente essere sostituita/aggiornata inviando una nota MIDI da Reason o dalla tastiera eventualmente collegata.

Con il controllo Gate Width si può elongare al massimo il legato delle note, di fatto saldando insieme due o più step; se la regolazione viene messa al minimo, il meccanismo crea una pausa nella sequenza. Se la sequenza è in Clock mode, le percentuali di gate sono convertite in durate metronomiche (ad esempio, 1/16).

Gli step di sequenza possono emettere valori discreti, cioè separati da bruschi incrementi, oppure ammorbiditi da slide (il tasto Pad “lega” i valori degli step contingui).

Schermata 09-2456562 alle 10.00.49

Sul pannello posteriore, sono disponibili le uscite Gate, CV e Pad status di ciascuno step; in aggiunta, sono ovviamente previste le connessioni Main Gate, Main CV e Main Pad Out.

L’avanzamento può essere gestito tramite Timing Clock In, Clock Out, Swing In; anche i controlli di Hold, Jump, Reset e Skip possono essere gestiti a distanza. Due o più istanze di AS-16 possono essere collegati in serie.

Sono disponibili un Adder A+B e un Multiplier AxB.

AS-16, come il SAM-16, può essere usato per attenuare in maniera indipendente sui 16 step il livello di un eventuale segnale audio collegato alle prese Audio In 1 e 2; in questo modo, i valori di step diventano un’automazione di livello sincronizzabile.

 

 

 

Tags: , , , ,

Trackback from your site.

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *