Arturia OB-XA V

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

L’ultima aggiunta nella V-Collection, ma sembra ci sarà un periodo di possibile acquisto indipendente – è il seminale polifonico analogico commercializzato nel 1980 da Tom Oberheim. Lo strumento, uno dei primi veri polifonici analogici moderni, segna il cambio di direzione nella Oberheim Eletronics che dalle prime realizzazioni S.E.M. a 2, 4 e 8 voci con componentistica discreta, inaugurerà la stagione degli integrati CEM-Curtis Electro Music, culminante con gli ambiziosi modelli Xpander e Matrix-12.

Di Enrico Cosimi

Schermata 2020-05-19 alle 10.27.51

E’ con un OB-Xa che Edward Van Halen registra le parti synth di Jump, nell’album “1984” (pubblicato nel 1983) gettando le basi di quel Synth Rock che avrà numerosi proseliti negli anni a seguire.

Lo strumento segue il classico dual oscillator design, con doppio inviluppo, ma si distacca dalla concorrenza – principalmente dal Prophet 5, per una serie di interessanti soluzioni. La struttura a voci separate (può essere acquistato a 4, 6 o 8 voci) e la diversa architettura di indirizzo permettono l’impiego dello Split Mode, con due suoni simultaneamente Upper e Lower (ascoltare la intro 1984 di E.V.H. per capire di costa stiamo parlando); grazie agli integrati Curtis, è più facile disporre il filtro in comportamento 2 o 4 poli – ci si allontana dal classico suono Oberheim, ma si conquista una maggior modernità sonora. Rispetto al precedente modello OB-X, le memorie passano da 32 a 120, con gestione dello Split e inserimento della PWM sotto controllo del Filter Envelope Generator.

Dopo, il modello OB-8 inaugurerà un ulteriore cambiamento nella routine di auto-tune (da sempre considerata “troppo perfetta” dallo stesso Tom Oberheim), portando i polifonici del marchio verso quella caratteristica timbrica comune a tutti gli altri strumenti successivi.

Uso della Impulse Response (IR) per la chitarra acustica e custom IR da DRAPsound

Written by Emiliano Girolami on . Posted in Gear, Software

Lungo preambolo

La risposta all’impulso è uno degli innumerevoli modi di rappresentare il comportamento di un sistema. Senza scendere troppo nei dettagli tecnici, un “sistema” è un qualsiasi meccanismo che, sottoposto a uno stimolo, lo recepisce e ne elabora una risposta. Capirete che, con una definizione così ampia, dire “sistema” può voler dire tante cose. Un sintetizzatore è un sistema così come una chitarra. Anche l’evoluzione di una epidemia può essere rappresentata con un sistema (e infatti i modelli previsionali più affidabili lo fanno) così come una fabbrica o una nazione.

di Emiliano Girolami

La risposta all’impulso (che da ora in poi chiameremo IR mutuando l’acronimo dall’inglese) funziona particolarmente bene quando il sistema è lineare (e qui si potrebbe aprire un lungo dibattito ma non lo faremo) ed è parente stretta della funzione di trasferimento che è la madre della risposta in frequenza (modulo e fase).

 

ImpulseResponse5-768x658

 

Questo è un concetto fondamentale della teoria dei sistemi: rappresentazione nel tempo e rappresentazione nella frequenza sono equivalenti. Cambia solo il punto di vista!

Riparliamo di Massive

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software, Tutorial

Massive di Native Instruments è un piccolo capolavoro della sintesi wavetable. Nel documento che potete scaricare qui, troverete qualche spunto di riflessione in rapporto a due punti spesso considerati difficilmente superabili: l’escursione utile dello Stepper (come fare sequenze più larghe di un’ottava?) e come allungare la durata in step dei Performer (come fare sequenze più lunghe di 16 passi articolati?).

Di Enrico Cosimi

Schermata 2020-05-02 alle 14.52.04

Come al solito, buona lettura.

Plugin Alliance acquisisce il marchio PPG Synthesizer

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Software

Plugin Alliance ha comunicato la recente acquisizione dell’asset PPG originalmente sviluppato da Wolfgang Palm. Lo storico marchio, con sede ad Amburgo, ha letteralmente dettato legge nel periodo pionieristico della sintesi digitale a cavallo degli Anni 80, per poi tenere viva la propria heritage con realizzazioni software di grande classe.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

palm

Con clienti del calibro di a-Ha, Alphaville, David Bowie, Depeche Mode, Thomas Dolby, Frankie Goes To Hollywood, Jean-Michel Jarre, Mike & The Mechanics, Gary Numan, Pet Shop Boys, Rush, Talk Talk, Tangerine Dream, Tears For Fears, Ultravox, Stevie Wonder, il PPG Synthesizer è ancora oggi uno degli strumenti a controllo numerico più ricercati nel mercato second hand di fascia alta.

Qui, una dettagliata intervista con Wolfgang Palm.

E’ molto probabile che, in futuro, ne vedremo delle belle…

Nuova distribuzione MidiWare: Universal Audio

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear, Recording, Software

Riceviamo e pubblichiamo:  MidiWare è davvero molto lieta di poter annunciare la nuova distribuzione in esclusiva per l’Italia del prestigioso marchio Universal Audio.

A cura della Redazione di Audio Central Magazine

Schermata 2020-03-19 alle 11.39.39

Universal Audio è un marchio che non ha bisogno di grandi presentazioni. L’azienda americana fondata da Bill Putnam nel 1958 è uno dei marchi leader a livello mondiale nell’ambito dell’audio professionale. Da molti decenni il brand Universal Audio è sinonimo di innovazione e qualità e il suo fondatore Bill Putnam Sr è universalmente considerato uno dei padri e dei più importanti pionieri della registrazione sonora moderna insieme a Rupert Neve, Les Paul e pochi altri. Putnam è stato l’ingegnere del suono di artisti del calibro di Frank Sinatra, Nat King Cole, Ray Charles, etc. e molti dei suoi progetti originali dell’epoca per lo studio di registrazione sono ancora regolarmente in uso. In particolare, Bill Putnam è stato l’inventore della recording console moderna, dell’equalizzatore audio multi-banda, del vocal booth ed è stato il primo sound engineer ad utilizzare la riverberazione artificiale per le registrazioni professionali. Insieme al suo amico Les Paul, Putnam è stato anche artefice delle prime sperimentazioni di registrazioni in stereofonia.

Strata inizierà una campagna di crowdfunding il 1° ottobre su Kickstarter.

Written by Redazione Audio Central Magazine on . Posted in Gear, Software

Strata è un controller hardware di nuova generazione creato appositamente per l’utilizzo in Ableton Live.
Il controller sfrutta uno script personalizzato della software house nativeKontrol e la libreria di ClyphX Pro dello sviluppatore Sam Hurley.
Strata fonde gli elementi funzionali della produzione musicale e delle tecnologie per la performance allo scopo di espandere il potenziale creativo in tempo reale, ottenendo un controllo sull’arrangiamento più dinamico e una maggiore espressione sonora.

Di  Riccardo Wanderlingh

envision-sound-strata-2730061 LQ

 

Galen Farrel, il creatore del prototipo, afferma che Strata è stato ideato per offrire “un nuovo modo di suonare in Ableton Live”.

Arturia Keystep Firmware Update 1.1

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Gear, Software

Probabilmente, da sempre la più popolare tastiera di controllo MIDI/USB/CV-Gate, Arturia Keystep è oggi interessata da un significativo Firmware Upgrade 1.1 che aggiunge nuove funzioni. Come è facile immaginare, anche il MIDI Control Center è stato aggiornato per gestire i nuovi parametri e – come al solito in ambiente Mac – la procedura di aggiornamento non è tra le più immediate… Sia come sia, dopo aver portato a buon fine il trasferimento firmware, eccoci pronti a vedere cosa c’è di nuovo e a rinfrescare il comportamento degli altri parametri.

Di Enrico Cosimi

KeyStep Apertura

Le nuove caratteristiche del Firmware Upgrade 1.1 comprendono:

  • un nuovo sistema per impostare velocemente la lunghezza in step della sequenza che deve essere programmata; si usano i primi 16 tasti funzione per definire la lunghezza in passi della sequenza; basta usare il tasto REC insieme alle prime 16 note della tastiera…
  • la KeyStep può ora essere armata per predisporsi alla ricezione del clock esterno e partire con ancora maggior velocità di reazione;
  • l’escursione del clock interno è regolabile in passi da +/-1 BMP usando il tasto Shift; in questo modo, si avanza più fluidamente fino al raggiungimento della velocità desiderata;
  • si possono aggiungere o togliere ottave di rivolto/range all’arpeggiatore (da 1 a 4) usando Shift + tasti ottava;
  • ci sono due nuovi motori di randomizzazione – selezionabili via MIDI Control Center – per scompaginare con diversi algoritmi i dati programmati in precedenza;
  • tutte le nuove funzioni trovano posto nell’aggiornamento del MIDI Control Center;
  • è possibile regolare l’intensità luminosa dei tastoni LED presenti sulla plancia comandi della KeyStep; se suonate su palchi poco illuminati e non volete essere abbagliati, il nuovo comando vi salverà la vita;
  • anche il manuale utente è stato aggiornato ed è liberamente scaricabile.

Andiamo per ordine

ClyphX Pro per Ableton Live all’ennesima potenza!

Written by Mariano Abbate on . Posted in Software

Ableton Live è ormai da molti anni uno standard de facto per i musicisti che producono musica e vogliono suonare dal vivo i loro brani. Le funzionalità di Ableton Live sono sempre più ricche, vengono implementate periodicamente dalla software house tedesca, e non solo…

Di Mariano Abbate Riccardo Wanderlingh

ClyphX-Pro-by-nativeKONTROL-Product-Thumbnail

La software house NATIVE KONTROL è una realtà che si occupa d’interazione con il mondo della “famosa” DAW, attraverso studi approfonditi per la realizzazione di device max4live, scripting e integrazioni di patch per modificare il comportamento dei controller hardware più famosi. Oggi, attraverso una vasta gamma di software, offre un accesso e un controllo a dir poco strabiliante su questo sequencer.

Arturia V Collection 7

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Ormai, la V Collection contiene ben 24 strumenti virtuali e migliaia di preset diversi. La settima edizione della popolare collezione dedicata agli strumenti storici, elettronici e non, si arricchisce di importanti aggiornamenti. Il pacchetto, come al solito, è disponibile a prezzo starter (399 euro), come aggiornamento da precedenti versioni V Collection (199 euro) o come prezzo speciale per possessori di Arturia Gear (299 euro).

Di Enrico Cosimi

Schermata 2019-04-24 alle 12.27.40

Cosa c’è di nuovo? tre nuovi strumenti dall’irresistibile fascino…

Roland  Cloud TB-303 Software Bassline

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Software

Per chi si fosse sintonizzato solo ora, ricordiamo che ll Roland Cloud è un sistema per affittare mensilmente una serie di plug-in in continuo sviluppo che riproducono alla perfezione il funzionamento delle storiche macchine (analogiche e non solo) targate Roland. L’ultima, attesissima, aggiunta è la deliziosa TB-303 Software Bassline, emulata in tutte le sue nuance, libera dai vincoli elettromeccanici della Boutique Series, pronta a ruggire oggi come allora per la costruzione dei pattern più acidi che vi potranno venire in mente.

Di Enrico Cosimi

Schermata 2019-03-06 alle 07.55.20

La tecnologia impiegata è la consueta ACV – Analog Circuit Behavior già usata per i modelli Juno 106, Jupiter 8, eccetera; originalmente sviluppata nel lontano 1981 e commercializzata come computerized bass machine, la TB-303 si è velocemente fatta fama di autentico bass killer per generazioni e generazioni di musicisti; oggi, la versione cloud fornisce le stesse prestazioni, compresi i collaterali effetti di crunch e squelch ottenibili alle massime regolazioni di filtraggio e resonance.

ga('send', 'pageview');