Posts Tagged ‘jazz’

Standards in pillole – Autumn Leaves: prima parte (A2)

Written by Enrico Cosimi on . Posted in Tutorial

Continuiamo con Autumn Leaves e passiamo ad altri consigli utili per la sua gestione.

Di Antonio Antetomaso

Spunti per gli assoli.

Ecco, vorrei approfittare del punto 4 visto la volta precedente per darvi il mio personale punto di vista in merito a come muoversi per strutturare un assolo: la cosa da non fare, secondo me, è partire subito in quarta sfoderando una scala dopo l’altra sulla base della struttura del brano!! Le scale, i pattern, le sostituzioni ecc. sono tutti espedienti, accorgimenti cioè che devono aiutarci a costruire il nostro tema!! 

Standards in pillole – Autumn Leaves: prima parte (A1)

Written by Antonio Antetomaso on . Posted in Tutorial

Benvenuti a questa prima puntata della serie “Standard jazz in pillole” annunciata nell’articolo introduttivo pubblicato ad agosto e consultabile qui. Con grande piacere, ho ricevuto commenti favorevoli sull’idea alla base di questi articoli per cui mi accingo a partire con grande entusiasmo, sperando naturalmente di essere all’altezza delle vostre aspettative. Parata di mani avanti, partiamo senza indugio con il primo standard che “infiniti addusse lutti agli Achei”: Autumn Leaves.


Di Antonio Antetomaso

FIGURA1

Eh già… perchè il signorino in questione in genere si configura quasi sempre come il “primo scoglio” su cui gli “apprendisti improvvistatori” si avventurano, intraprendendo il loro fortunato cammino di jazzisti provetti. Perchè vi domanderete voi? Boh!! Probabilmente la struttura del brano, non particolarmente complessa ma dall’armonia assai orecchiabile, può inspirare più facilmente il jazzista alle prime armi che si cimenta nell’improvvisazione….chi può dirlo?

Standards in pillole – introduzione

Written by Antonio Antetomaso on . Posted in Tutorial

Dopo un po’ di articoli a parlare di synth, eccomi di nuovo a voi per proporvi un nuovo viaggio insieme, a puntate, incentrato su una delle mie passioni più grandi (se non la più grande): il Jazz.

Di Antonio Antetomaso

FIGURA1

Di che si tratta? Beh, diciamo che il titolo dovrebbe solleticarvi il palato e “dirvela un po’ tutta” ma lasciatemi spiegare ulteriormente. Inizio con il raccontarvi come nasce quest’idea: la mia passione per questo genere musicale è grande e dura da lungo tempo. Durante il mio piccolo/grande vissuto musicale ho dedicato molto del mio tempo a prendere lezioni a tema, a studiare, ad esercitarmi e, per un certo periodo anche a suonare in gruppo, senza contare le tonnellate di dischi a cui ho letteralmente fatto uscire il sangue.

ga('send', 'pageview');