DA LOGIC 9 A LOGIC PRO X – Un caso concreto

Written by Antonio Antetomaso on . Posted in Recording, Software, Tutorial

Parliamo di uno degli argomenti caldi del momento: da un paio di mesi o poco più Apple è tornata a far parlare di sè con la tanto attesa nuova versione di Logic pro. Delle caratteristiche  della nuova DAW se ne è parlato con più che sufficiente esaustività in questo articolo e tutte le nuove features sono adeguatamente documentate sul sito della casa madre, ragioni queste per cui non vorrei annoiarvi con un articolo incentrato su quello che è stato già detto e ridetto.

Di Antonio Antetomaso

FIGURA1

Quello che vorrei fare invece è cercare di rispondere alle domande che molti si pongono: ma vale la pena? L’upgrade lo effettuo o non lo effettuo? A quali problemi vado incontro? Meglio aspettare o procedere?

E che c’è di meglio del parlarvi di un caso concreto per rispondere alle domande “di cui sopra”? Avevo un brano di una certa complessità iniziato sotto Logic studio 9 a 32 bit e l’ho terminato con Logic pro X. Vi interessa sapere come è andata? Siete curiosi di sapere se la nuova versione è stata limpida e trasparente come l’acqua fresca o se mi ha fatto imprecare e maledire il giorno in cui Apple l’ha messa sul mercato? Bene, non vi resta che proseguire nella lettura.

Da che iniziamo? Beh, direi dal costo e dal pacchetto di installazione naturalmente. E non c’è che dire, cominciamo bene: solo 179,99 euro per avere TUTTO IL MONDO LOGIC!! Si, avete capito bene, superata l’incredulità iniziale ed effettuate le opportune verifiche, la cifra è giustificata dal fatto che il mare di librerie e loops viene non più messo a disposizione sotto forma di supporto ottico ma mediante download, con conseguente notevole abbattimento dei costi.

FIGURA2

L’applicazione, scaricabile mediante consueto processo di download tramite Appstore, non richiede nessun processo di installazione dedicato. Terminato il download si può lanciare immediatamente, altro punto a favore della nuova versione rispetto alla versione 9.

Doppio click sull’icona, l’applicazione parte e inizia a spazzolarsi il mare di AU installate. E qui devo ammettere che ho incrociato le dita per la compatibilità a 64 bit. Terminato il processo, il cui tempo è paragonabile alla versione 9 e che non ha riservato sorprese in termini di crash dell’applicazione, la prima cosa che ho fatto è stata aprire la lista di plug-in caricati per verificare se dovevo piangere o no.

FIGURA3

Benino, soltanto 5 delle oltre 50 e passa Audio Unit che avevo caricato a non essere rilevate, ma una era critica (si dice il peccato ma non il peccatore eheheh). Maniche arrotolate, mi sono messo alla ricerca di aggiornamenti. Trovato quasi tutto tranne….ARGHHH proprio quella che mi serviva, me tapino. Vabbè…in questo caso Logic non c’entra, semplicemente la casa produttrice non aveva ancora sviluppato la versione a 64 bit del plug-in, tocca aspettare e nel frattempo sostituire con qualcosa di equipollente.

Aspettate un secondo: e se non lo trovo il “qualcosa di equipollente”? E se ho 400 progetti che dipendono dal plug-in in questione? Possibile che non ci sia un modo per ovviare al problema? Beh in realtà qualcosina si può fare… Nell’attesa che realizzino un bridge per AU a 32 bit stabile e compatibile con Logic pro X) non resta che una parolina magica: REWIRE.

In informatica si dice:”Se vuoi risolvere un problema mettici uno strato di più”.

Mai proverbio più azzeccato; basta caricare un host di componenti VST o AU a 32 bit che funga esso stesso da AU a 64 bit e ruotare via REWIRE il flusso audio/midi verso tale host. Un esempio di tale software può essere Plogue Bidule oppure Vienna Ensemble Pro. Il costo non è proprio basso basso, per cui è una soluzione di cui tocca valutare l’acquisto…

FIGURA4

FIGURA5

Una volta avviata la DAW, è la volta di installare librerie, loops e suoni aggiuntivi…e qui arrivano le note dolenti: 32 GB da scaricare se volete tutto. Con una comunissima ADSL a 7MBit c’ho impiegato una giornata (notte compresa).

In compenso però, potete salvare su uno storage esterno quanto scaricato e far vedere il tutto a Logic utilizzando comodi link simbolici in modo da non dover scaricare tutto daccapo per nuove installazioni.

Con librerie scaricate ed installate, mi sono avventurato nell’apertura secca e brutale del progetto da proseguire (ovviamente previo copia e incolla del folder originale).

 

Al dunque

Con mia grande sorpresa, Logic pro X ha convertito tutto nei nuovi formati e caricato tutte le tracce senza fare una piega. Addirittura tutte le automazioni, i marcatori, i commenti…persino l’ultima posizione del cursore!! Ovviamente si è reso necessario riallocare le tracce che facevano uso di AU a 32 bit su nuovi strumenti virtuali, ma poca roba.

Ed è stata la volta di apprezzare la nuova interfaccia grafica e prendere confidenza con la nuova allocazione delle sezioni di lavoro, prima fra tutte la sezione “library” ora disponibile sulla sinistra. Avendo apprezzato questa piccola differenza, sono stato portato a credere che anche la sezione loops fosse fruibile a sinistra, ma mi sono dovuto ricredere: è tutto ancora nella sezione di destra con il consueto motore di ricerca per categorie, efficace ed efficiente.

FIGURA6

Terminato l’attimo di entusiasmo legato al mirare la nuova grafica è stata la volta di iniziare a “smanettare” con il brano.

…e qui sono cominciate le prime differenze, iniziando dagli shortcuts per tastiera che ogni buon Logic user che si rispetti conosce a menadito (se non altro per fare prima nelle operazioni che compie più spesso). Il tanto caro “Esc Esc” per far comparire la barra dei tools dalla quale selezionare uno strumento con un numero non ha funzionato!!

“Panico…e ora”? Manuale alla mano ho trovato sia la nuova combinazione di tasti sia, udite udite, il menu da cui cambiare le impostazioni e ripristinare il vecchio modo di funzionare alla Logic studio 9. Non ho perso neanche un secondo….

FIGURA7

Taglia di qua, copia di là, registra di su, mixa di giù, mi sono accorto di altri piacevoli peculiarità della nuova versione, come ad esempio il copia e incolla di clips audio che è molto più preciso. Mi spiego meglio, nella vecchia versione di Logic, quando dovevo copiare e incollare una clip audio o MIDI, diventavo matto nel posizionarla perfettamente allineata.

Il semplice copia e incolla non allineava la clip alla misura più vicina ma la posizionava esattamente nello stesso punto in cui si trovava il cursore! L’unica alternativa era cliccare su “Paste at the original position” e poi trascinare, non era proprio il massimo dell’usabilità. Con la nuova versione invece il posizionamento è assai più preciso, il tool si comporta esattamente come ci si aspetta che si comporti: i fuori tempo sono ormai un caro ricordo.

Passando alle attività di registrazione dei miei strumenti hardware, invece, mi sono imbattuto in qualche piccolo neo relativo all’attività di audio track monitoring: di default, Logic è impostato sull’attivazione del monitoring solo per le tracce selezionate. Il problema è che non è consentito, in questa modalità, la selezione multipla di tracce da monitorare: si può cliccare sul simbolo di attivazione del monitoring soltanto su una traccia alla volta.

Uhm, fastidioso…se voglio registrare i due canali stereo separatamente. D’altronde armando le due tracce per la registrazione il monitoring parte solo all’avvio della registrazione vera e propria, che fare?

Una scorsa alle preferenze ha risolto il problema, basta disattivare “Input monitoring only for record enabled or focused track” e attivare “Auto input monitoring” dal menu “Record”.

Altre due cose che volevo verificare erano il mixer la resa audio.  Relativamente al primo, con molto piacere ho verificato che il nuovo design offre uno strumento molto più ricco, molto più completo e molto più usabile, specie nell’attivazione e gestione dei plug-in per l’elaborazione del segnale: si fa pesante uso del mouse semplificando di molto le operazioni di copia, incolla e sposta.

FIGURA8

In merito alla resa audio, Logic studio 9 è divenuto a me noto per rendere il sound complessivo di ogni brano più tenue ed ovattato rispetto ad altre DAW (vedi Ableton Live!! o Cubase), a parità di scheda audio. Questo per limitare quanto più possibile il rischio di distorsione anche ad alti volumi. Il problema è che così facendo i brani sembrano suonare con meno presenza e dinamicità, specie quando la scheda audio non è una Apogee (ops…m’è scappato).

Insomma, le mie modestissime orecchie hanno notato differenze nella resa audio tra Cubase, Logic e Live! specie nella registrazione di strumenti esterni: per far suonare la mia Nord Electro 3 come si deve con Logic ho dovuto sempre lavorare di preamplificazione ed equalizzazione e non sono mai riuscito a portare la qualità della registrazione ai livelli ottenibili dalle uscite dirette dello strumento originale (cuffie o impianto audio di mixaggio). Devo dire che ho trovato riscontro presso altri colleghi musicisti di questo “problema”.

Bene, con Logic pro X la situazione è nettamente migliorata. A parità di scheda audio, ho notato maggiore presenza nelle tracce audio registrate ed è bastato inserire una blanda equalizzazione con i tools interni di Logic per raggiungere livelli più che dignitosi. Niente male.

Ovviamente, la totale assenza di distorsione, di picchi, di glitches propria di Logic continua ad essere presente e, cosa ancora più importante, è stato mantenuto lo stesso livello di stabilità già nella primissima versione 10.0.0. Che ci crediate o no, non ho assistito ad un crash, ad un errore, ad una perdita di fedeltà e vi assicuro che per terminare il brano in questione le operazioni che ho compiuto non sono state poche.

Passiamo al mixdown finale, anche lì il buon Logic 9 peccava di carenza di formati nuovi (es. il FLAC). Beh per quello dobbiamo ancora aspettare, i formati di exporting sono rimasti sostanzialmente quelli della vecchia versione ma è possibile condividere la propria musica direttamente su Soundcloud od effettuare l’export in MusicXML e così via.

 

Conclusioni

E arriviamo alle conclusioni: il prodotto c’è tutto ed a mio avviso le aspettative degli utenti sono state più che esaudite. La paura più grande era quella di avere a che fare con un Garageband evoluto, ma fortunatamente non solo è stata smentita ma mamma Apple ha accontentato tutti dando la possibilità agli utenti meno esperti di avere a che fare con una versione semplificata di interfaccia (tipo GB per intenderci) e agli utenti più smaliziati di sbizzarrirsi con gli strumenti più incredibili. Basta decidere cosa si vuole e intervenire sul pannello delle preferenze. Il prezzo è ridicolo se paragonato a quello di altri prodotti di pari complessità e ricchezza: 32 GB di samples, suoni e loops vi faranno passare bei momenti e debbo dire che anche i nuovi plug-in (Drumkit designer fra tutti) sono stati davvero svecchiati a dovere, benchè molto credibili anche quelli della versione 9. Purtroppo con i plug-in nativi non ho avuto ancora  il piacere di giocarci approfonditamente, mi sono limitato ad una rapida scorsa. Benchè breve, la gita è comunque servita a convincermi della loro qualità ed usabilità in contesti di un certo livello.

Altro aspetto che mi è piaciuto è anche un certo occhio verso il mondo mobile: Logic pro X offre gratuitamente una app di controllo per iPad tutt’altro che banale (Logic Remote), con cui pilotare le operazioni più importanti (pressochè il mixaggio) dal dispositivo tablet di casa Cupertino.

FIGURA9

Insomma, morale della favola: che state aspettando a farlo vostro? Non abbiate alcun timore.

Se volete ascoltare poi il primo brano che ho tirato fuori dalla nuova versione, lo trovate qui.

Schermata 09-2456540 alle 09.49.36

A presto.

 

 

Tags: ,

Trackback from your site.

Comments (44)

    • Antonio Antetomaso

      |

      Ottimo, grazie.

      Reply

  • omar

    |

    Ciao a tutti.
    Vorrei sapere quale app funziona con la Powercore e quindi, utilizzare i suoi plug-ins in Logix.Ne ho viste molte ma vorrei sapere prima di agg Logic alla X,sapere se posso continuare a usare la mia Powercore firewire,specialmente i suoi riverberi,insuperabili per me.

    Reply

    • Antonio Antetomaso

      |

      Ciao Omar,

      dunque, non conoscendo il prodotto ho fatto delle ricerche sul sito e, come immagino avrai già visto, non è dichiarata compatibilità con sistemi operativi superiori al Mac OSx 10.6.8, Snow Leopard. Di Logic pro X non v’è menzione (poffarbacco!!) e ricerche su Google non sembrano dire nulla in merito. Se vuoi essere sicuro sicuro, o scrivi alla Casa produttrice e attendi una loro risposta o trovi un amico che ha già Logic pro X e fai una prova con lui. Di meglio non saprei cosa suggerirti. Saluti.

      Reply

      • omar

        |

        Ciao Antonio grazie mille per lo sbattimento che hai fatto.Ho contattato la casa e loro mi consigliano una marea di app .
        Comunque grazie mille di tutto.
        Ciao a presto

        Reply

        • Antonio Antetomaso

          |

          Figurati, è stato un piacere.
          Un saluto.

          Reply

        • antonio

          |

          che applicazioni vi hanno consigliato per far girare gli au a 32 bit???
          grazie
          antonio vergara

          Reply

          • Antonio Antetomaso

            |

            Ciao,

            in realtà non ci sono molte scelte. L’unica soluzione valida come scritto nell’articolo è REWIRE. Carichi la tua AU a 32 bit in un host a 32 bit (es. Plogue Bidule) che supporti il rewire e agganci l’host ad un channel strip di Logic. Di più al momento non si può fare.

            Reply

  • omar

    |

    Ciao ho lo stesso problema con la mia Liquid Mix 32 che sembra non ci sia neanche la compatibilita con l’osx 10.8 muntain. Mi fanno molto arrabiare queste cose, anche perche uno spende dei soldi sperando che visto la casa produttrice come la Focustriten ,di aver un po di tranquillita sul prodotto.Invece niente, eppure e un gran prodotto hardware. Sembra lasciato li in un angolo non capisco il perche’ ? E il prodotto in questione costa e non poco ma???

    Reply

  • omar

    |

    Ciao, pensandoci bene, per ora rimango col mio Logic 9…Anche perche ora funziona tutto e poi si il X a introdotto molte cose come il flex pich,ma io usando Melodyne non ho quella grande esigenza.Si mi piacerebbe aggiornarlo ma ci sono ancora troppi punti di domanda sulla compatibilita,con i miei plug-ins e hardware come sopra citato.

    Ciao e grazie per ora

    Reply

  • Saverio Paiella

    |

    Cmq in Logic X hanno tolto l’Environment che era la cosa che distingueva logic da tutte le altre DAW. La giustificazione di Apple è stata “tanto non lo usava nessuno”…magari è vero, si trattava di configurazioni avanzate, ma erano di una flessibilità senza rivali. Grosso errore secondo me :(

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      purtroppo, il mercato segue i filoni numericamente più consistenti… 😉

      Reply

      • Antonio Antetomaso

        |

        In effetti non era tra le cose più usate, io stesso confesso di averci messo le mani rarissime volte, anche se sono ben lungi dall’essere un professionista di Logic. Bisognerebbe valutare se le nuove features sono in grado di farlo dimenticare o no…

        Reply

  • Andrea

    |

    ciao mi chiamo Andrea,
    ho letto l’articolo e non mi trovo d’accordo su un solo punto… il copia e incolla! quando faccio lo zoom vedo che effettivamente non si è allineato bene… sbaglio io qualcosa? da me è impostato su nudge value smart e no over… in attesa di una tua risposta un saluto!

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      se non ricordo male, c’è qualcosa a riguardo sul logic user forum…

      Reply

    • Antonio Antetomaso

      |

      Ciao Andrea,

      non saprei, io con Logic 9 diventavo matto a posizionare. Ho provato con la nuova versione più e più volte e sin da subito ho avuto molti meno problemi senza toccare niente. Eventualmente, ha ragione Enrico, controlla sul forum.
      Un saluto.

      Reply

  • Lukè

    |

    Tutti i plug in compresi in logic 9 studio quindi parliamo di 70 gb di AU li rilegge senza problemi?? io ho paura ad’aggiornare…. se perdessi tutti i progetti delle basi che ho venduto mi UCCIDONO!!!! …gia mi è successo che logic 9 originale di punto in bianco non funzionava piu con il serial e l’ho dovuto mettere preso da internet… e mi sono ritrovato a non potere piu aggiornare… ora se comprassi questo logic x vorrei togliermi sto maledetto lion … e ricominciare ad’aggiornare NON AVREI PROBLEMI QUINDI?

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      non ho capito: sei titolare di una licenza Logic9 o lavori con un programma craccato?
      da “ufficiale” a “ufficiale”, il transito in upgrade DEVE essere garantito e, se qualcosa andasse storto, hai tutti i diritti di piantare grane; comunque, mi sembra che in giro ci siano diversi musicisti che già hanno fatto l’aggiornamento e sono sopravvissuti… 😉

      Reply

      • Antonioi Antetomaso

        |

        Io sono uno dei sopravvissuti….FELICI. Vai tranquillo, tra l’altro con la nuova versione viene meno il discorso di “seriale da inserire”. Si fa tutto da App Store. E Logic 9 puoi mantenerlo, le due versioni convivono senza problemi.

        Reply

  • Attilio

    |

    Ciao Antonio, complimenti con la recensione, mi trovo d’accordo su tutto. Ho però delle difficoltà a salvare le librerie che scarico su hard Disk esterno. Crei un alias ? Saresti così gentile da spiegarmi il procedimento? Grazie e buon lavoro. Attilio

    Reply

    • Antonio Antetomaso

      |

      Ciao Attilio,

      grazie degli apprezzamenti. Dunque, Logic scarica tutto sotto /Library/Applcation Support/Logic. Ti basta copiare tale cartella sull’ HD esterno e creare un alias nella stessa posizione.
      Come per il vecchio Logic 9.
      Fammi sapere.
      Un saluto.

      Reply

  • Antonio Antetomaso

    |

    Dimenticavo, temo però che tu debba prima scaricare tutto su HD principale….

    Reply

  • Tommaso

    |

    Ciao, perdona la domanda banale ma io sono un neofita: Logic Pro X vedo che si può installare a partire dall’OS 10.8.4. Detto questo, io non ho nessun altro Logic sotto, ma solo il Garage Band di base: posso comprarlo e installarlo ex-novo così? O devo avere già un altro Logic precedente? Grazie mille

    Reply

    • Antonio Antetomaso

      |

      Ciao, la domanda è tutt’altro che banale. Si tratta di un pacchetto omni comprensivo che puoi installare tranquillamente sia se hai il vecchio Logic 9 (lasciando convivere entrambi), sia se parti da zero come nel tuo caso.
      Un saluto.

      Reply

  • Mimmo

    |

    ERRATA CORRIGE
    Ciao!..
    Ho appena montato MAveriks e logic pro x….
    Non mi funziona più la dinamica dei tasti della Alesis q61!
    è un problema del OSX o di logic? ( o della alesis che non è ancora compatibile con maveriks?)
    GRAZIE MILLE (Sto impazzendo u.u)
    MIMMO

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      controlla se, con altri soft – magari in stand alone – la dinamica viene letta regolarmente; se, al di fuori di Logic Pro X funziona tutto, vuol dire che è un settaggio sballato nel programma…

      Reply

  • Antonio Antetomaso

    |

    Sono d’accordo con Enrico. Anche se mi viene da pensare più ad un problema legato ai drivers della Alesis q61. Logic pro X nasce Mavericks oriented…

    Reply

  • Riccardo Fancini

    |

    Ciao, vorrei semplicemente sapere se le librerie e i loops di Logic Pro x sono uguali a quelle di Logic 9 o se è stato rinnovato tutto il pacchetto.
    Grazie

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      è cambiato “qualcosa” nella grafica e nelle prestazioni dei sint minori, non dei pezzi forti, ma le librerie sono le stesse…

      Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    potrebbe NON funzionare

    di sicuro, logic Pro X NON funziona sul 10.7

    Reply

  • Dino

    |

    Ciao,
    c’è un motivo particolare per il quale un controller midi funziona in modo automatico con Logic X se connesso alla presa USB del portatile (MACPRO), ed invece non trasmette alcun segnale midi se connesso tramite hub usb?

    Grazie

    Reply

    • Enrico Cosimi

      |

      se stai usando uno HUB non alimentato, la tensione prodotta dal computer subisce un abbassamento in conseguenza alla “distribuzione forzata” su tutte le porte dello HUB; prova ad usare un modello alimentato e vedrai che tutto funzionerà di nuovo! :-)

      Reply

  • Francesco

    |

    Salve ragazzi, ho finito un progetto con logic X , ora pero dovrei mandarlo in sala di registrazione per fare dei piccoli aggiuatamenti e il mixaggio, ma loro hanno il 9 come posso fare per farlgi aprire il progetto fatto con logic X su logic 9?

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    no, non c’è retro compatibilità; o fai aggiornare i tizio dello studio a Pro X, o salvi il progetto con un’istanza di Logic 9 o porti il tuo computer in sala…

    Reply

  • Francesco

    |

    In che senso con un instanza di Logic 9?

    Reply

  • Enrico Cosimi

    |

    nel senso che trovi un computer dove c’è ancora Logic 9 e lo usi per lavorare e portare il progetto in sala… :-(

    (ovviamente, significa rifare da capo diverse cose, a parte l’importazione dell’audio vero e proprio)

    Reply

  • Mattia Principe

    |

    ciao volevo sapere il metodo per ripristinare la modalità d’uso della tastiera come quella di logic 9 grazie 😉

    Reply

Leave a comment

Inserisci il numero mancante: *